Segnalazioni on line Bolognazoofila Onlus
Iscrizione a socio ordinario di Bolognazoofila Onlus
Galleria fotografica
I nostri interventi
Archivio
La Federazione Nazionale Pro Natura
Come aiutarci
Notiziario Sociale
Leggi, Regolamenti, Decreti, Delibere
Contatti


Numero attivo per segnalazioni e
emergenze



_______________________________

Orientarsi tra canili e gattili della regione Clicca per visualizzare la mappa
_______________________________

BOLOGNAZOOFILA
ADERISCE A
Pronatura

Associazione Nazionale
di Protezione Ambientale
riconosciuta dal
Ministero dell'Ambiente

_______________________________

BOLOGNAZOOFILA
E' SU FACEBOOK

Bologna Zoofila su Facebook


natura e ambiente




CORPO REGIONALE PER LA PROTEZIONE DEGLI ANIMALI
E DELL'AMBIENTE


In conformità all'ART. 14 dello Statuto di Bolognazoofila, approvato dalla Regione Emilia Romagna, le attività di volontariato, riservate esclusivamente ai soci, sono espletate dal Corpo Regionale per la Protezione degli Animali e dell'Ambiente, struttura di volontariato operativa dell'Associazione.

Per aderire occorre essere soci di Bolognazoofila e fare apposita domanda di adesione.
Sull'ammissione decide il Consiglio Direttivo la cui decisione è inappellabile.
Gli aspiranti operatori volontari potranno conseguire la varie abilitazioni in ordine cronologico, tramite appositi corsi, ovvero perchè in possesso di certificazioni o abilitazioni e precisamente:

  1. Aspirante operatore volontario
  2. Operatore volontario - Assistente Zoofilo
  3. Operatore volontario - Soccorritore zoofilo
  4. Operatore Volontario - Zoofilo-Ambientale
  5. Operatore volontario di Protezione Civile Zoofilo-Ambientale
  6. Operatore della Vigilanza Eco-Zoofila
  7. Operatore Volontario dei Servizi Zoofilo-veterinari
    (solo per medici Veterinari, infermieri, Tecnici sanitari)



Stralcio dello Statuto di Bolognazoofila

ART.2) Finalità di Bolognazoofila

L’ASSOCIAZIONE, per l'attuazione dei suoi scopi, con la collaborazione volontaria, personale, spontanea e gratuita dei propri soci, si ripropone di istituire, gestire e coordinare servizi, attività ed iniziative atte a concorrere e collaborare con enti pubblici e privati, preposti alla tutela e salvaguardia del patrimonio oggetto degli scopi sociali di cui all'art. 1) del presente statuto, in ogni sua forma ed espressione, anche a mezzo di appositi volontari specializzati ed agenti giurati effettivi e/o volontari, nei modi e nei termini previsti dalle leggi e regolamenti vigenti, L’ASSOCIAZIONE PERTANTO SI RIPROPONE DI :

A) promuovere e favorire la conoscenza, la cultura ed il rispetto per la difesa degli animali in ogni sua forma ed espressione; concorrere e collaborare alla tutela, salvaguardia, soccorso e protezione degli animali, d’affezione, da compagnia, da reddito, protetti ivi compreso la fauna selvatica ed al patrimonio zootecnico nazionale;

B) promuovere e favorire la conoscenza, la cultura ed il rispetto per la tutela e salvaguardia della natura e dell’ambiente che tenga conto delle esigenze ecobiologiche – zoofile in ogni sua forma ed espressione, considerando il patrimonio naturale ed ambientale nazionale quale habitat naturale del genere umano ed animale. Concorrere e collaborare alla tutela, alla salvaguardia del patrimonio naturale, ambientale, paesaggistico, floro-boschivo con particolare riferimento all’inquinamento prodotto dalla circolazione stradale;

C) promuovere e favorire la conoscenza, la cultura ed il rispetto per una corretta circolazione e sicurezza stradale in ogni sua forma ed espressione; concorrere e collaborare alle attività di educazione stradale, al fine di sensibilizzare la corretta applicazione dell’art. 189 del C.d.S.; nonché svolgere attività e servizi finalizzati alla tutela della circolazione e sicurezza stradale, alla prevenzione degli incidenti, alla tutela e all’incolumità delle persone e degli animali, alla prevenzione dell’inquinamento atmosferico, acustico e luminoso connesso alla circolazione stradale ed alla sicurezza degli animali; istituire e gestire un apposito progetto denominato “Strade sicure per gli animali e l’ambiente”;

D) istituire e gestire uno o più fondi finalizzati a recepire sovvenzioni, contributi per il funzionamento e l'espletamento delle attività di vigilanza, soccorso ed assistenza zoofilo – veterinaria, per una corretta protezione degli animali e degli habitat naturali in cui vivono;

E) concorrere e collaborare alle attività di protezione civile in ambito zoofilo - veterinario, ambientale e di sicurezza stradale;

F) concorrere e collaborare all’espletamento di servizi in ambito zoofilo veterinario ambientale, con particolare riguardo

1) al soccorso zoofilo veterinario a favore di animali feriti, infortunati o ammalati;

2) alla vigilanza zoofila, alla profilassi e polizia veterinaria, la tutela e salvaguardia della fauna e del patrimonio zootecnico;

3) alla cattura, l’accalappiamento di animali randagi o pericolosi con metodi indolori e/o narcotizzanti;

4) alla ricerca di animali d’affezione smarriti, dispersi e/o sottratti;

5) all’accompagnamento di animali bisognosi di cure o assistenza presso centri zoofilo-veterinari;

6) al recupero di animali deceduti per la prevenzione di situazioni igienico veterinarie;

7) alla gestione di canili, gattili, oasi feline, cliniche e ambulatori veterinari fissi e mobili, emoteche, centri di soccorso zoofiloveterinario, C.R.A.S., cimiteri e altre strutture riconducibili ad attività zoofile veterinarie;

8) all’infortunistica zoofila e di guardia medica veterinaria ausiliaria;

9) alla realizzazione e gestione di attività promozionali finalizzate alla raccolta di fondi, alimenti, attrezzature oggetti ed equipaggiamenti da utilizzare nei casi di emergenza o necessità.

10) svolgere in genere attività e servizi riconducibili alla protezione, difesa, soccorso degli animali e dell’ambiente. Tali servizi potranno essere svolti anche in collaborazione o per conto di enti pubblici o privati, saranno coordinati ed espletati dalla struttura associativa di volontariato prevista dall’art. 14 del presente statuto.


G) promuovere e stimolare l'emanazione di norme legislative e provvedimenti amministrativi intesi a tutelare la protezione degli animali, dell’ambiente e della natura ivi compreso le sue risorse naturali che si rigenerano come l'aria, l'acqua, il suolo, la vegetazione;

H) organizzare e gestire attività commerciali e produttive marginali finalizzate agli scopi sociali, ivi compreso feste campestri, manifestazioni, fiere, meeting, corsi, convegni, editoria, ecc.. al fine di incrementare i fondi, il bilancio ed il patrimonio sociale

I) istituire, gestire ed espletare in genere, attività e servizi non in contrasto con le leggi vigenti ed il presente statuto, che possano contribuire all'attuazione degli scopi e finalità sociali, nonché all’incremento del bilancio e del patrimonio sociale;

J) istituire e gestire un apposito “Centro servizi” finalizzato alla tutela e salvaguardia degli animali ;

K) tutte le attività e i servizi potranno anche essere espletati sottoforma di progetti finalizzati, temporanei o permanenti, previo disponibilità di bilancio.

 

ART. 14) – CORPO REGIONALE PER LA PROTEZIONE DEGLI ANIMALI E DELL’AMBIENTE

A) L’ASSOCIAZIONE per l’attuazione dei propri scopi e finalità, istituisce e gestisce un’apposita struttura di volontariato composta dai propri soci iscritti da almeno 6 (sei) mesi nel rispetto del regolamento generale e organizzati nei Distaccamenti territoriali

B) La struttura operativa di volontariato dell’ASSOCIAZIONE opera in tutto il territorio della regione Emilia Romagna ed assume la denominazione convenzionale di “Corpo Regionale per la Protezione degli Animali e dell’Ambiente

C) Gli addetti al Corpoassumono la denominazione di “operatori volontari” e potranno conseguire, previo appositi corsi o titoli posseduti le qualifiche interne previste dal regolamento, che consentiranno l’espletamento della attività associative di volontariato.

D) Per essere ammessi nel Corpoè necessario presentare apposita domanda al Consiglio Direttivo utilizzando i moduli predisposti, è obbligatorio essere socio da almeno sei mesi, salvo le deroghe previste dal regolamento, ed aver conseguito, ovvero, impegnarsi a partecipare a corsi e specializzazioni attinenti alle funzioni che si andranno ad espletare. Con la sottoscrizione della domanda
“l'aspirante operatore volontario” si impegna moralmente, civilmente e penalmente di quanto dichiarato e sottoscritto, sollevando da ogni responsabilità l’ASSOCIAZIONE e i suoi Organi Direttivi da eventuali dichiarazioni mendaci. Gli appartenenti al Corpo sono obbligati a rispettare il regolamento generale e i regolamenti relativi al proprio servizio.

E) Gli “operatori volontari” sono obbligati a partecipare a corsi di specializzazione, aggiornamento e abilitazione attinenti alle funzioni volontarie che dovranno espletare;

F) Gli “operatori volontari”, potranno svolgere immediatamente le proprie attività, qualora dimostrino di essere in possesso di titoli, attestati, abilitazioni o qualifiche professionali, ovvero, di aver svolto analoghe attività documentabili o certificabili, negli ultimi 5 anni;

G) Il Consiglio Direttivo o chi per esso, decide sull'ammissione o sull'esclusione degli “operatori volontari” entro 90 (novanta) giorni dal ricevimento della domanda completa. La decisione del Consiglio Direttivo è inappellabile.

H) Le dimissioni dal Corpo vanno presentate, per iscritto, al Consiglio Direttivo dell’ASSOCIAZIONE, tramite lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Le dimissioni dal Corponon concretizzeranno le dimissioni dall’ASSOCIAZIONE.
Le dimissioni dall’ASSOCIAZIONE concretizzano le dimissioni dal Corpo.

I) Gli appartenenti alCorposvolgono tutte le attività operative dell’ASSOCIAZIONE finalizzate alla protezione, difesa, soccorso degli animali e dell’ambiente, ivi compreso le attività di Vigilanza eco-zoofila e quelle connesse di Protezione Civile, nonché quelle previste dall’art. 2 del presente statuto e dalle eventuali delibere dell’Assemblea dei socio del Consiglio Direttivo .

J) I Soci, classificati “operatori volontari” qualora si rendano morosi nel pagamento della quota sociale, vengono immediatamente sospesi dall’attività operativa, in quanto il mancato versamento li rende oltre che scoperti dal sistema assicurativo obbligatorio, anche dalla qualità di soci, in attesa delle decisioni del Consiglio Direttivo o degli organi competenti.

K) Gli “operatori volontari” in caso di dimissioni, sospensione o espulsione sono in obbligo di restituire divise, tessere, fregi, distintivi, autorizzazioni e quant’altro ricevuto dall’ASSOCIAZIONEper l’espletamento del proprio servizio.

La mancata restituzione concretizzerà appropriazione indebita e perseguita per legge

L) Nel Corpo sono inseriti anche i dipendenti dell’ASSOCIAZIONE, contraddistinti con la scritta “operatori effettivi”.

 

Appositi regolamenti disciplineranno l’accesso, l’espletamento, le attività ed i servizi espletati dal Corpo.

 

Versione per la stampa Stampa